Romano Battisti testa il tessuto DHtech300 di DRY HEAT in occasione della Silver Skiff

Questa edizione ha fatto registrare il record di iscrizioni, complessivamente 707, 451 partecipanti alla Silver Skiff, e 256 gli iscritti alla Kinder Skiff, gara riservata ai più piccoli.
Diversi i nomi di grandi campioni olimpici nazionali e internazionali, che hanno preso parte all’evento organizzato dalla Canottieri Cerea tra i quali il campione olimpico neozelandese nel singolo, Mahe Draysdale ed il campione olimpico italiano Romano Battisti, argento a Londra e medaglia di bronzo ai recenti Campionati del Mondo nel doppio senior.

Il campione italiano Romano Battisti ha deciso di indossare durante lo svolgimento della gara, la maglia tecnica K2 di DRY HEAT, realizzata nel tessuto DHtech 300.
Date le condizioni atmosferiche insolitamente miti di questo Novembre Romano ha preferito indossare a pelle questo tessuto per le sue caratteristiche di elevata traspirabilità; il tessuto infatti è realizzato in un unico strato e permette al corpo una regolare termoregolazione durante l’attività intensa e grazie all’elevata quantità di polipropilene, fibra idrorepellente, evita la fastidiosa sensazione di bagnato.

Romano ha inoltre testato la fascia SVALBARD, realizzata nel tessuto DHtech 400, un doppio strato, ideale perché oltre ad essere traspirante e anallergica è anche perfettamente coibente.

Tutto il team DRY HEAT è onorato del fatto che atleti del calibro di Romano Battisti, utilizzino i propri capi , sia per affrontare le gare ma soprattutto,  durante gli allenamenti.
Questo apprezzamento infatti è la più grande conferma che il prodotto DRY HEAT ha saputo andare incontro alle vere esigenze degli atleti e viene scelto da chi ha necessità di ottenere le migliori prestazioni dal proprio equipaggiamento. Chi ha infatti necessità di ottenere ottime prestazioni , come Romano, deve poter contare su un abbigliamento che gli consenta massima mobilità, leggerezza, coibenza nella stagione invernale per ripararsi dagli sbalzi termici, ma soprattutto perfetta traspirazione, per impedire al corpo caldo di rimanere bagnato rischiando pericolosi raffreddamenti e per permettere al fisico di sentirsi a suo agio durante tutto l’allenamento. Solo in questo modo l’atleta può sentirsi completamente libero di concentrarsi sulla propria performance dando il meglio di sé.

Romano Battisti è un vero e proprio portento del canottaggio, un atleta in grado di stupire ad ogni gara per la propria forza e determinazione, è per questo stato nominato “atleta della FISA “ del mese di novembre, non a caso, nel suo palma rès compaiono  già importantissime imprese, tra le quali ricordiamo:

- argento alle olimpiadi di Londra 2012 in doppio con Alessio Sartori;
- oro ai Giochi del Mediterraneo 2013;
- Campione Europeo 2013 ;
- bronzo ai mondiali coreani, sempre in doppio insieme a Francesco Fossi.
omeganet.it - Internet Partner