I capi tecnici DRY HEAT utilizzati da una spedizione altoatesina in Groenlandia

La Spedizione

DRY HEAT ha vestito i componenti di una spedizione altoatesina in Groenlandia con i propri indumenti tecnici invernali. Cento chilometri con l'abbigliamento tecnico ideale, gli sci e le slitte sui ghiacci della Groenlandia. La spedizione altoatesina ha attraversato il ghiacciaio Proestefjeld Sermilikvejen, affrontando un dislivello complessivo di circa 1000 metri.
Il gruppo è partito da Monaco il 17 maggio con un volo diretto per Rekjavik, ha fatto tappa in Islanda per un giorno ed è poi volato alla volta di Kulusuk, in Groenlandia. Da qui un elicottero ha portato i tre altoatesini a Igumit (Tasilaq), dove sono stati ospiti della Red House, la casa d'accoglienza fondata da Robert Peroni per salvare i giovani Inuit dalla piaga dell'alcolismo e dei suicidi che li sta portando all'estinzione. E solo a questo punto è cominciata l'avventura vera e propria, che è durata in tutto 5 giorni.
Markus Reinstadler, capospedizione alla sua sesta esperienza in Groenlandia, Giorgio Gajer e Stefan Reinstadler hanno inforcato gli sci e recuperato le pulka, ovvero slitte su cui hanno caricato tutti i materiali necessari alla traversata. Arrivati a Kong Oscars Havn, sono poi entrati nel ghiacciaio Proestefjeld Sermilikvejen: trascinando oltre 40 chili di peso ciascuno e dormendo in due piccole tende, con temperature che si aggiravano tra i - 20° e - 25°.
Paesaggio incantevole, tanta neve e silenzio assoluto ogni tanto interrotto da qualche slitta di cacciatori trainata da una muta di cani. UN’AVVENTURA MOZZAFIATO A CUI DRY HEAT HA CONTRIBUITO GARANTENDO IL BENESSERE E IL COMFORT DEI SUOI PARTECIPANTI CON I PROPRI CAPI DI ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI TECNICI. ALLA PROSSIMA MISSIONE!
Esigenze ed obiettivi

Per partecipare a uno qualunque di questi viaggi non è necessario avere condizioni fisiche speciali né superare una prova di selezione, ma è importante informarsi sul livello e sulla tipologia di viaggio.
Le zone nelle quali si svolgono queste spedizioni sono spesso ostili, lo stile di vita è molto differente rispetto a quello del viaggiatore e gli avvenimenti, nel loro senso più ampio, sono molto meno prevedibili rispetto a quelli di un viaggio - vacanza tradizionale: tutto deve quindi essere predisposto e calcolato nei minimi particolari.
DRY HEAT ha deciso di partecipare a questa impresa, fornendo i propri indumenti e gli accessori tecnici a tutti i partecipanti della spedizione, con l’intenzione di garantire il naturale benessere psico-fisico del singolo individuo e di favorire la perfetta riuscita della missione stessa. In queste particolari situazioni sono infatti necessari capi di abbigliamento high-tech brevettati, ideali per una cessione controllata del calore corporeo, senza alcun rischio di raffreddamento ed è altresì importante che siano antibatterici, anallergici ed easy- care.
Obiettivi 
  • assicurare una perfetta termoregolazione corporea
  • fornire capi tecnici adatti a condizioni climatiche estreme come quelle presenti in Gronlandia
  • vestire i partecipanti della spedizione con indumenti confortevoli, leggeri, traspiranti e ad asciugatura rapida
Conclusioni

L'abbigliamento tecnico da montagna fornito da DRY HEAT ha contribuito in maniera decisiva alla perfetta riuscita della missione, garantendo il giusto comfort a tutti i suoi partecipanti.
Arrivederci alla prossima spedizione!!
omeganet.it - Internet Partner